LOGO, GRAFICA E IMMAGINE COORDINATA

In un articolo precedente abbiamo introdotto il concetto di “brand”. Il tuo brand è quello che ti rende riconoscibile e memorabile. Partecipano alla creazione del tuo brand la definizione e realizzazione di vari elementi di grafica, tra cui il “logo”. Qui alcuni elementi di riflessione. 

Il logo può essere un forte elemento di comunicazione. Ho ancora stampato in testa i loghi di moltissime band musicali, dai Rolling Stones, Beatles, Queen, ecc. a Radio Head, Magma, Yes, ecc. Hai presente gli iceberg? Sono quei blocchi giganteschi di ghiaccio galleggianti nell’Oceano Artico ed Antartico. Se paragoniamo la tua immagine coordinata a un iceberg, la parte visibile dell’iceberg potrebbe essere il tuo “logo”.

L’immagine coordinata è la modalità con la quale presentarti sul mercato da un punto di vista visivo. Non può essere lasciata al caso se vuoi che abbia un impatto. Si definisce coordinata quando tutti gli elementi sono coerenti l’uno con l’altro, e in linea con la tua musica, il tuo personaggio, la tua visione e i tuoi valori.

L’immagine coordinata, si esplicita attraverso, loghi, colori, forme, caratteri,  e tutta la grafica del tuo sito web, del tuo merchandising, e di tutta la tua documentazione, dal biglietto da visita ai volantini e alle tue campagne pubblicitarie.

Quando parliamo di “logo”, cerchiamo di fare chiarezza però. Infatti,  sentiamo parlare spesso di brand, marca, marchio, logo, emblema, simbolo, e forse non è ben chiaro se queste definizioni si riferiscono alla stessa cosa oppure no.

“Marca” e “Brand” sono la stessa cosa, ma visto che l’inglese rimane la lingua predominante quando si parla di business, commercio e marketing, “brand” è di fatto molto utilizzato. E’ un concetto soggettivo e dinamico che trasmette emozioni e sentimenti, affezione e disaffezione, relativamente a una persona, un’azienda, una gamma di prodotti o servizi. Per l’artista, è l’impronta che lasci nella mente della gente.  

Il “Marchio” invece è qualunque simbolo o segno grafico, in grado di rappresentare una marca (brand). E’ l’emblema di un’azienda oppure di un prodotto che lo distingue dalla concorrenza. Può essere un nome, un disegno o un simbolo, oppure una combinazione di tutti tre. E’ un concetto giuridico e statico per rappresentare in modo concreto una marca sul mercato.

Il marchio può essere registrato per proteggere e valorizzare i diritti ad esso associati (diritti industriali). Il marchio registrato è un vero e proprio asset e può produrre guadagni. Può essere rappresentato da un “logo” (da logotipo) che è realizzato in forma letterale (pensa ad esempio a Coca-Cola) o da un “simbolo” che può essere realizzato in varie forme grafiche, dall’ideogramma al pittogramma passando dal monogramma o acronimo (pensa a Apple).

Dal momento che il tuo progetto musicale è portatore di valori, e non solo, sarebbe auspicabile che trasparissero anche visualmente nel tuo materiale di comunicazione. L’ideale sarebbe costruirti un “Manuale di immagine coordinata” nel quale vengono esplicitate le regole e linee guida da seguire. Potrà esserti molto utile quando dovrai gestire o fare gestire ad altri campagne di comunicazione.  

Quali sono le informazioni che potresti trovare in un ipotetico manuale di immagine coordinata aziendale? Ecco un esempio:

  • caratteristiche tecniche del logo
  • posizionamento del logo su carta intestata, buste e biglietti
  • dimensione e ingrandimento del logo sui diversi supporti
  • mockup/esempi di uso del logo
  • font da utilizzare nel coordinato carta intestata, busta e biglietti
  • caratteri e dimensioni del lettering
  • colori per carta intestata, buste e biglietti
  • caratteristiche carta intestata per comunicati stampa
  • impostazione grafica di locandine e manifesti
  • grafica delle pagine del sito internet

Considerando che uno strumento che ti servirà per tutta la vita (o almeno gran parte della tua carriera artistica), non avere fretta. Sviluppa diversi progetti, valuta e decidi. Potrebbe essere utile chiedere una consulenza ad uno specialista o rivolgerti ad un’agenzia di comunicazione che prenderà in mano il progetto. Se il tuo budget è stretto, ti suggerisco di dare un’occhiata ai vari servizi offerti online su una piattaforma come FIVERR


Vuoi sapere come si progetta un logo efficace. Registrati per partecipare al mini-corso gratuito Le 7 fasi del Logo Design

10 TECNICHE DI DIGITAL MARKETING

 Come abbiamo già avuto modo di affermare in altri post, creare il tuo sito web, caricare video sul tuo canale youtube, o articoli sulle piattaforme social è inutile se non cominci da subito a cercare di entrare in contatto con i tuoi potenziali clienti. Quest’azione si chiama marketing. Invece, quando si tratta di cercare clienti usando la rete, si parla di Digital Marketing. In questo post ti presentiamo un elenco di 10 strumenti comuni. E se leggi fino alla fine, troverai anche due offerte uniche.

I dati sulla presenza di utenti online crescono di anno in anno in tutto il mondo, e anche in Italia. Questo significa che con pochi click hai accesso a milioni di potenziali client. 

Per raggiungerli esistono varie tecniche. Tra quelle più comuni, trovi:

Search Engine Optimization (SEO)

SEO (o Search Engine Optimization) è quell’insieme di strategie e pratiche volte ad aumentare la visibilità del tuo sito internet migliorandone la posizione nelle classifiche dei motori di ricerca, nei risultati non a pagamento, detti risultati “puri” o “organici”. Tradotto letteralmente significa: “ottimizzazione per i motori di ricerca”. Lavorando in questa direzione, potrai far crescere il traffico organico in arrivo sul tuo sito.

Content marketing

Questo termine indica la creazione, la distribuzione e l’analisi dei contenuti, con lo scopo di raggiungere il proprio obiettivi di marketing. Gli strumenti che possono giocare un ruolo importante nella tua strategia di content marketing sono:

  • Post del blog: scrivere e pubblicare articoli ti serve a generare traffico organico intorno all’attività o il centro di interesse di tua maggiore competenza.
  • Ebook e dispense: sono contenuti di una certa lunghezza che aiutano a educare ulteriormente i visitatori del tuo sito.
  • Infografiche e illustrazioni: riescono a dare in modo immediato informazioni agli utenti.
  • Video: sono più di 100 milioni le ore di video che, ogni giorno, vengono visualizzate su Facebook. Inoltre, l’80% degli utenti è solito rivedere un video già visualizzato nel mese precedente.

Social media marketing (SMM)

Con il Social Media Marketing parliamo di tecniche per promuovere i tuoi prodotti, servizi e il tuo brand attraverso le piattaforme social. Ricordati però che queste piattaforme sono prima di tutto “social”. Il primo motivo per cui la gente usa Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin, Snapchat, Youtube, Pinterest è per rilassarsi e condividere, non per comprare.  

Campagne Pay Per Click (PPC)

Tramite le campagne PPC è possibile guidare “traffic” verso il tuo sito investendo su inserzioni del motore di ricerca (e dunque pagando). Pensi ad esempio a campagne Google Ads o Facebook Ads.  Questi non sono sicuramente gli unici, in quanto tutti i social media ormai hanno un sistema di advertising.

Affiliate Marketing

Se ti impegni a promuovere prodotti o servizi di qualcun’altro attraverso i tuoi canali, ricevi una commissione. Anche tu potresti avere degli affiliati.

Annunci pubblicitari

Si riferisce alla pubblicità che è prima di tutto un contento promozionale. Solitamente gli annunci pubblicitari compaiono di fianco ad altri contenuti organici (non a pagamento). Sono inserzioni che compaiono quando visiti un sito web, un blog o altro.  

Automazioni

Le automazioni sono tutte le azioni ripetitive programmate che possono essere svolte da software progettati per attività di marketing e ti permettono di automatizzare compiti ricorrenti in modo di guadagnare tempo, come ad esempio per programmare la pubblicazione di post, la spedizione di newsletter, o risposte automatiche preimpostate.

Email marketing

L’email marketing rimane uno dei più potenti strumenti per promuovere contenuti ,offerte, eventi e attività legate alla tua attività. Includono mail di benvenuto e ringraziamento, di sottoscrizione al tuo sito, canale, blog, di promozione o di suggerimenti e consigli.  

Digital PR

Per Digital PR s’intende il lavoro di relazioni pubbliche sul web, dove ad esempio usando Messenger, Twitter, Whatsapp e quant’altro ti metti in contatto con giornalisti, radio DJ, ecc, per conversare con loro e ottenere recensioni. Include anche la semplice attività di gestione dei commenti sul tuo sito, blog, pagina FB, ecc. Rispondere alle persone che stanno leggendo il tuo contenuto è il modo migliore per generare conversazioni positive intorno al tuo business.

Inbound Marketing

L’inbound marketing è la metodologia di Digital Marketing, che ti permette attraverso vari fasi (attrazione, conversione, chiusura, fidelizzazione) di individuare utenti target che ancora non conoscono il tuo brand, e di convertirli in clienti e successivamente in promotori della tua attività, dei tuoi prodotti e servizi.


Se non hai ancora un sito web, o vorresti cambiare piattaforma, grazie a Solidarietà Digitale di EMOOC puoi accedere a un corso online gratuito su come Realizzare un sito web usando wordpress. Interessante anche è il corso gratuito sull’Arte della SEO. Puoi registrarti seguendo questo link. 

 

 

PENSA AL TUO BRAND

Non so perché, ma molti artisti hanno un problema con il concetto di “business” che è il termine inglese per identificare un’attività economica o in breve un’attività che produce fatturato (e speriamo anche reddito). Il termine indica anche tutti gli attori di un settore economico, come ad esempio nel caso del “Music Business” che coinvolge tutti gli operatori economici che si muovono intorno alla musica. Nel 2015 è stato calcolato che il “business della musica” in Italia ha rappresentato un valore di 4,7 miliardi di euro.

Fare musica con lo scopo di guadagnarsi dignitosamente da vivere è una scelta. Non tutti gli artisti sono pronti a fare questa scelta, e li capisco. Ci sono molti altri modi di guadagnarsi da vivere e forse anche in modo più semplice e stabile. Se sei tra quelli che hanno deciso di impegnarsi per rendere la propria attività musicale il più sostenibile possibile da un punto di vista economico, ti posso solo dire che hai bisogno di una strategia, di un piano e di tante altre cose. Non é impossibile. Ci sono molti casi di successo. Questo non significa che sia una passeggiata. Ma con lo spirito giusto, il cosiddetto “mindset” in inglese, e le competenze necessari si possono sicuramente raggiungere risultati soddisfacenti.

Tutto parte dalla tua offerta di prodotti e dalla tua immagine, e prosegue con come riesci a comunicarne il valore e come tale valore vienne percepito. Non esiste nessuna attività produttiva che non abbia necessità di raccontarsi. Mettere la tua musica in vendita online o nei negozi non ti serve se nessuno sa chi sei, che musica fai e quali emozioni la tua musica produce sulla gente.  

La cosa migliore da fare sarebbe quella di capire, attraverso un’analisi di mercato, dei competitor e del target, qual’è la tua nicchia di potenziali clienti che fanno per te e la tua musica. Moltissimi artisti non attecchiscono proprio per mancanza di conoscenza del proprio pubblico e di se stessi.

Offrire un prodotto di qualità è importantissimo, ma è ancora più importante ricordarsi che il prodotto non è tutto. Il suo valore va comunicato. Più il prodotto sarà unico, più acquisirà valore. Infatti, quello che conta non è tanto il prodotto ma come il suo valore viene percepito. Se basi la tua strategia di comunicazione solo sulla descrizione delle qualità intrinseche del prodotto si entrerà immediatamente nelle logiche del prezzo più basso. In breve, il prodotto acquisisce valore aggiunto con l’autorevolezza, la storia, la rete di relazioni di chi lo produce. 

Cosa significa fare “branding” allora? Sono tutte le attività che permettono di accrescere la percezione positiva dei tuoi prodotti e servizi. In pratica ogni scelta di comunicazione deve essere pensata e costruita secondo quello che è il ricevente del messaggio. Pensa a quanto danno possano fare un logo sbagliato, un sito sciatto e non funzionale, una pagina social non curata, ecc. Il valore dei nostri prodotti e servizi dipende da come siamo bravi a diventare riconoscibili e autorevoli.  E il tuo brand sarà la ragione per cui un pubblico, un agente o organizzazione artistica sceglierà te piuttosto che un altro. 

Ti ricordi i Beatles. Il loro talento non è solo stato di fare buona musica ma  soprattutto di riuscire a coinvolgere milioni di persone nel loro sogno. Infatti, la gente non compra un album dei Beatles, compra il sogno di una generazione. Comprendere il pubblico, comunicare con esso rendendolo partecipe al tuo sogno è quello che darà valore alla tua musica. La musica infatti è senso di appartenenza.


Inizia a pensare a tutto quello che rende unica la tua proposta e al perché la gente non potrebbe farne a meno. Il tuo brand è quello che renderà la tua musica memorabile. Se ti serve una consulenza, contattaci.

 

DISTRIBUIRE LA TUA MUSICA: ALCUNI SPUNTI

Hai realizzato vari contenuti musicali, li hai registrati e ora ti chiedi come distribuirli sulle varie piattaforme di streaming audio e negozi online. Oggi come oggi, è una cosa che puoi fare da solo. In questo articolo, facciamo il punto della situazione.

Perché quella del distributore digitale è una scelta che può condizionare il tuo percorso artistico molto più di quanto potresti immaginare, ti suggeriamo di non scegliere troppo in fretta. Infatti, una volta caricati i tuoi brani attraverso un distributore digitale, potrebbe ad esempio essere poi complicato cambiare piattaforma. Mettere in distribuzione la tua musica sugli store digitali equivale ad effettuare una vera e propria uscita discografica. Si tratta quindi di un’operazione importante e per certi versi definitiva.

Pensa al tuo distributore come a uno dei tuoi partner o socio in affari. Oltre a leggere quest’articolo, fai varie ricerche su Internet, parla con altri artisti o raccoglie il parere di chi ha già esperienza con un distributore piuttosto che con un altro, valuta le varie offerte, e fai due conti.

Dovresti tenere anche conto del fatto che molti distributori, oltre a  fare l’upload dei brani, offrono anche altri servizi, dal publishing alla promozione, che potrebbero tornarti utili, o possono mettere a tua disposizione un team di supporto al quale poter rivolgerti se si dovesse verificare un problema.

Sia attento ai prezzi e costi fissi,  alle royalties, ai servizi, alla durata del contratto (un periodo troppo lungo potrebbe diventare un problema se ambisci di firmare un contratto discografico con un’etichetta) e ai territori (ad esempio potrebbe essere più strategico escludere la Cina, o altri territori per i quali potresti trovare distributori specializzati).

Tra i distributori più usati dagli artisti emergenti o indipendenti che ti propongono anche i loro servizi in italiano trovi:

FEYR  LANDR  IMUSICIAN  TUNECORE (*) 

Altri distributori usati anche da artisti italiani includono:

DISTROKID  CD-BABY  EMUBANDS  ROUTENOTE

Buon lavoro!

 

(*) Tunecore è un brand posseduto dalla multinazionale francese BELIEVE


Per la Cina, questo distributore basato in Finlandia lavora molto bene da quanto ci è stato riferito. Puoi provare con un singolo e vedere se soddisfa le tue aspettative.

 

 

 

DAI VALORE ALLA TUA MUSICA: DIRITTI, ROYALTIES, EDIZIONI, LICENZE

Come  sai, per un artista esistono varie fonti di guadagno: quelle attive e quelle passive. Tra quelle passive, lo sfruttamento dei diritti d’autore e delle registrazioni sono al cuore del cosiddetto Music Business. Da uno studio realizzato nel 2015 dal Berklee College of Music negli Stati Uniti risultava che tra il 20 e 50% delle royalties per diritti d’autore non venivano percepiti dai proprietari di opere musicali o dai loro rappresentanti.  Spesso gli stessi proprietari non sapevano dell’esistenza di alcuni diritti e non si erano registrati con organizzazioni specializzate nella raccolta. I diritti d’autore, le edizioni musicali, le licenze musicali generano royalties – che sono delle forme di compenso, o in breve dei soldi. È spesso qui che si svolgono la maggior parte delle truffe nei contratti con gli artisti. Ma non tutti i contratti sono delle truffe ed è per questo che è importante conoscere i propri diritti, imparare a depositare le proprie opere come si deve e collaborare con chi può aiutare a tutelarti e a sfruttare al meglio le tue creazioni e il loro utilizzo. Sono il primo a riconoscere che la materia è complessa. Ma famigliarizzarti con l’argomento, potrà solo aiutarti a guadagnare con la tua musica. Sul sito di Note Legali, al quale ti suggerisco di registrarti per ricevere news, aggiornamenti, e quanto altro legato ai diritti di chi fa musica, trovi un articolo introduttivo alle principali figure del diritto d’autore. La presentazione è molto chiara, anche per chi non ha familiarità con l’argomento. Invece, se ti senti di approfondire l’argomento, ti suggerisco la Master Class di Andrea Marco Ricci alla quale puoi anche partecipare registrandoti gratuitamente (maggio 2020). E’ tutto molto interessante.
Ti consiglio anche questa  piccola guida in italiano, tradotta da un articolo di Budi Voogt,un giovane imprenditore musicale olandese esperto di Soundcloud. Facci sapere se queste informazioni ti sono tornate utili. 

LA TUA MAILING LIST: DOPO LA TUA MUSICA (E L’INGLESE), UNA COSA IMPORTANTISSIMA

In questi giorni, sono spesso sulle piattaforme social. C’è tanto movimento. E’ bello perché i social media ti aiutano ad interagire con la tua comunità. Vedo vari artisti che fanno un lavoro fantastico di animazione.

Questo però non deve assolutamente impedirti di pensare a far crescere la tua mailing list, o lista di contatti. Grazie alla tua mailing list puoi entrare in contatto quando vuoi e da dove vuoi con i fan o follower che ti hanno rilasciato il loro indirizzo di posta elettronica e il proprio nome (questo è il minimo che ti serve – meglio se puoi anche ottenere il loro cognome, numero di telefono, e sapere in quale città/paese vivono).

La tua mailing list, a differenza di un profilo su una piattaforma social, è tua. Rappresenta, come dicono in inglese, il tuo “asset” più importante dopo la tua musica. Un “asset” è un entità di valore intangibile che fa crescere il tuo “business”.  Un video su Youtube che diventa virale non è un asset. Non porta niente nel tuo portafoglio. Può essere utile se usato in modo intelligente all’interno di una strategia di web-marketing pensata a 360 gradi – ma non è indispensabile.

La tua mailing list è importantissima. È come il motore di una macchina. Con la tua mailing list puoi inviare la tua newsletter, le tue offerte, i tuoi nuovi contenuti, ecc. direttamente nella casella postale dei tuoi contatti. E la casella postale rimane il luogo dove arrivano le notizie più importanti. La gente tiene alla sua casella postale. Anche per questo ti consiglio di non inviare messaggi spam, ma piuttosto di usare un servizio ad hoc come Mailchimp o altro.  Sono questi contatti che ti faranno guadagnare se riesci a curare in modo creativo e consistente la relazione con i tuoi contatti.

E non importa il numero di contatti. Anche con una lista di 500 contatti potresti dare sostenibilità al tuo progetto. Potrebbe essere un tuo obiettivo di fare spendere da 10 a 30 euro/anno, o di più, a ogni contatto. Non farebbe la differenza? Pensaci bene e inizia subito.


Qui di seguito troverai un link per una formazione online (gratuita fino a fine maggio) impostata come si deve. Dedicando 1 ora al giorno per 10 giorni, imparerai come muoverti. Non è un corso teorico. Dopo esserti registrato e averci partecipato, mandaci un commento. Buon lavoro.

EMAIL MARKETING (in italiano) Vai al link e registrati

 

3 EBOOK UTILI E GRATUITI PER IL TUO PROGETTO MUSICALE

 

blue ceramic teacup with saucer beside book
Photo by Engin Akyurt on Pexels.com

La settimana scorsa abbiamo indicato alcuni strumenti gratuiti che potrebbero essere utili per il tuo lavoro online. Questa settimana invece ti presentiamo 3 ebook che potrebbero anche loro esserti d’aiuto. Infatti, in questo periodo di Covid-19, non è un’idea sbagliata impiegare il tempo “sospeso” per rispolverare una bella abitudine, la lettura.

GUIDA PER MUSICISTI CONTABILI

Questa guida realizzata da Massimo Bonelli e Francesco Galassi è suddivisa in 13 articoli di approfondimento. Segue un ipotetico percorso di crescita di un progetto musicale, dalla definizione del progetto stesso e fino alla firma di un contratto discografico, per capire come oggi si possa fare realmente il mestiere del musicista professionista e cosa questo comporti.

  • Racconta aneddoti ed esperienze reali maturate negli anni
  • Sfata alcuni miti sul mondo della musica
  • Descrive le figure professionali del mercato musicale italiano
  • Consiglia il modo migliore per proporsi ad una etichetta discografica
  • Spiega come gestire l’aspetto economico

IL MANUALE DELL’ARTISTA

Questo manuale scritto da Giuliano Biasin (terza edizione) offre informazioni utili a chi vuole esibirsi da vivo. Il Manuale è diviso in due parti:

  • Nella prima viene spiegato in modo semplice, intuitivo e a volte volutamente ripetitivo tutto ciò che serve per esibirsi in regola
  • Nella seconda vengono dati dei suggerimenti utili su come promuovere la propria attività artistica, i propri spettacoli e su come proporsi ai locali o possibili clienti

MUSICA E MARKETING

Se vuoi che la tua musica arrivi al pubblico, questa guida introduttiva al marketing della musica realizzata da Alberto Quadri ti potrà essere molto utile. Non importa il tuo genere musicale.  

 

 

Infine, ti potrebbe anche interessare questo libro di Thomas Brownlees – a solo 3,99 euro su Amazon: La tua band è una start up: Quando fare musica significa fare impresa


World Music Lab – Italy  Informazione | Consulenza | Coaching professionale

Hai bisogno di una biografia in inglese o francese? Contattami

 

10 STRUMENTI UTILI E GRATUITI PER FACILITARTI LA VITA ONLINE

Ci sono moltissimi strumenti che possono facilitare il tuo lavoro online. Qui troverai una prima selezione di strumenti gratuiti. Se t’interessano altri strumenti, scrivici con delle domande specifiche. Forse ti possiamo aiutare a trovare quelli che fanno per te.  Buon lavoro!

SEOTESTEROLINE

Seotesteronline analizza le tue pagine web e ti da suggerimenti utili su dove focalizzare la tua attenzione per risolvere il problemi SEO che rovinano il loro posizionamento.

MAILCHIMP

Mailchimp è una piattaforma all-in-one: dall’e-mail alle cartoline, dai siti Web alle automazioni, ecc. è lo strumento perfetto per iniziare, in particolare se devi creare una mailing list e delle campagne per promuovere la tua musica e i tuoi prodotti. Il piano gratuito ti permette di gestire fino a 2 000 contatti.

CANVA

Canva è uno strumento di progettazione grafica semplificato, fondato nel 2012. Utilizza un formato di drag ‘n drop della selezione e consente di accedere a fotografie, immagini vettoriali, grafica e caratteri. E’ comodissimo per  campagna social con bellissime grafiche!

BITLY

Bitly, o Bit.ly, è un servizio di URL shortening più famoso al mondo che ti permette di  accorciare i link. Trasforma URL lunghi e complessi in link di 14 caratteri che con il loro aspetto sintetico incoraggiano anche la condivisione. Bitly traccia i click ai link e mette a disposizione statistiche che possono tornare utili.

ILOVEPDF

iLovePDF è un servizio per lavorare con file PDF completamente gratuito e facile di usare che offre strumenti online senza installazione e completamente gratuiti per unire, divider, comprimere PDF, e convertire documenti Office e  immagini in PDF, e viceversa.

WETRANSFER

WeTransfer è un servizio gratuito per inviare file fino a 2GB gratuitamente. E’ facile da usare.

DICTATION

Dictation usa la magia del riconoscimento vocale per scrivere e-mail e documenti in Google Chrome. La dettatura trascrive accuratamente il tuo discorso in testo in tempo reale. Puoi aggiungere paragrafi, segni di punteggiatura e persino faccine usando i comandi vocali.

POSTPICKR

Con PostPickr dirigi i tuoi social da un unico ambiente e risparmi fino al 70% del tempo.

NAMECHECKR

Namecheckr controlla la disponibilità di un nome di dominio per il tuo sito web o di utente social su più reti.

FEEDLY

Feedly è un aggregatore di notizie disponibile attraverso piattaforma web consultabile con browser web e applicazioni per dispositivi iOS e Android.


Vuoi sapere se sei pronto per diventare Musicista Online. Fai questo test gratuito. E’ anche divertente!


OFFERTA DI SERVIZI  Coaching professionale | Formazione | Consulenza

Hai bisogno di una biografia in inglese o francese? Contattami

LIVE VIDEO STREAMING PER ARTISTI (Part.2)

Se ti sei chiesto come trasmettere in diretta live su più social, forse questi strumenti ti potrebbero tornare utili e semplificarti le cose.  Infatti, uno dei problemi maggiori di chi vuole trasmettere su più piattaforme social  è  che deve fare i conti con  diverse procedure, regole, dimensioni, ecc.  Non è comodissimo.

Chiedendo a uno dei miei figli che ha amici con maggiore esperienza di me nel campo, mi è sembrato di capire che le seguenti applicazioni  sono quelle più usate in questo momento:

Tra queste, Restream  ti permette di gestire fino a 30 piattaforme diverse. Non gestisce però il live su Instagram e  con la versione “free” ti laccia solo trasmettere sulla tua pagina personale di Facebook.  Invece con la versione a pagamento, puoi anche trasmettere sulle tue pagine e nei gruppi.

Se hai voglia di sperimentare e di metterti alla prova, e se ottieni dei risultati, fammi sapere. La tua esperienza potrebbe fare oggetto di un articolo.

Aspetto il tuo feedback.


OFFERTA DI SERVIZI  Coaching professionale | Formazione | Consulenza

Hai bisogno di una biografia in inglese o francese? Contattami

LIVE VIDEO STREAMING PER ARTISTI (Part.1)

Live_11

In questi tempi di Covid-19 è diventato impossibile pensare ai concerti come fonte di guadagno. E’ dunque un ottimo momento per ripensare la sua strategia online. Il live streaming, sia per rimanere in contatto con la tua fan base, sia per incrementare la tua visibilità e forse anche monetizzare, potrebbe essere una soluzione.

Benvenuto nel selvaggio west della musica dal vivo su Internet. (vedi anche Part.2)

Grazie a Internet e al Live Video Streaming un numero crescente di artisti e creativi indipendenti riescono a guadagnare interagendo in tempo reale con spettatori di tutto il mondo a partire dalla propria camera da letto. La loro priorità non é quella di presentare prodotti finiti (tipo un vero e proprio concerto) ma piuttosto di relazionarsi in modo il più autentico possibile con i membri della loro comunità.

Tra i miei artisti, Luca Bassanese, usando Facebook Live, da un appuntamento quasi giornaliere per rimanere in contatto con i suoi fan e followers con un bel successo

Per creare un canale Web-TV personale e trasmettere in diretta le riprese con la propria webcam dal PC queste sono alcune piattaforme:

1) Facebook Live 

2) Instagram Live

3) Linkedin Live

4) Youtube Live

5) Twitch Music  

6) StreamUp 

Esistono altre piattaforme a pagamento come:

7) Wim TV  (versione di prova – 15 giorni)

8) IBM Video  Streaming (versione di prova- 30 giorni)

9) Dacast

10) Livestream

Se siete fluenti in inglese, ne troverete molte altre:  StageItGigee, Younow, Periscope

Una sintesi dei vari commenti raccolti sull’uso di queste piattaforme assomiglia a questo: “Fondamentalmente, è altrettanto difficile fare soldi online, ma con la giusta perseveranza e lo sforzo costante nel mantenere e far crescere la tua Community, le tue entrate cresceranno naturalmente. L’importante è mantenere un contatto costante con i tuoi fan e se possibile approfittarne per raccogliere almeno indirizzi di posta elettronica per fare crescere la tua mailing list in modo di poter rilanciarli con delle offerte e informazioni sulle tue attività attraverso la tua Newsletter”.

Molti utenti si trovano bene con Facebook Live e Instagram Live perché hanno la maggioranza dei loro fan e followers su queste piattaforme.


Un guida più completa in inglese la trovi qui. E’ opera di Cherie Hu che vive negli Stati Uniti. Va dunque contestualizzata. Ma è piena di spunti interessanti. 


OFFERTA DI SERVIZI  Coaching professionale | Formazione | Consulenza

Hai bisogno di una biografia in inglese o francese? Contattami

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito